admin

Dec 112015
 

Si sono concluse le votazioni sulle modifiche statutarie, con i seguenti risultati:

aventi diritto: 81
votanti: 58 (71.6%)
approvo: 57 (98.3%)
non approvo: 1 (1.7%)

Il nuovo Statuto è stato dunque approvato. E` disponibile sulla pagina “Chi Siamo” del nostro sito, ed è raggiungibile direttamente a questo link:
http://www.aimi-musica.org/wp-content/uploads/2015/10/statutoAIMI_2015.pdf

Grazie ai soci per la partecipazione!

Il Consiglio Direttivo

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailfacebooktwittergoogle_pluslinkedinmailby feather
 Posted by at 16:24
Mar 202015
 

Il Sound and Music Processing Lab – Conservatorio di Padova bandisce la chiamata a partecipare alla prima SaMPL School del 2015:

Maps! Descriptors and maps in music composition, sound design and art
http://ocs.sme-ccppd.info/index.php/SaMPL_Schools_2015/MAPS_2015/schedConf/overview

Le attività della Spring School sono fortemente orientate alla realizzazione di un oggetto estetico, che si può concretizzare nelle più svariate forme della composizione musicale elettroacustica e mista, della progettazione sonora per il video e opere d’arte visiva, e altri artefatti. Praticamente qualsiasi cosa di attinenza tecnica e concettuale al tema proposto e la cui realizzazione sia condotta in uno spirito di ricerca artistica.

La Spring School è guidata da due esperti interdisciplinari in campo scientifico e artistico, Carmine Emanuele Cella e Antonio Rodà, che effettueranno tutorial e lectures collaborando con i coordinatori ai fini della realizzazione dei progetti.

Scopo finale della School è la *creazione di un evento che si terrà dopo la pausa estiva*, per riassumere e presentare i risultati e sottoporli a un più ampio circuito di promotori culturali.

Come partecipare:

Per partecipare è necessario inoltrare una proposta di progetto
http://ocs.sme-ccppd.info/index.php/SaMPL_Schools_2015/MAPS_2015/schedConf/cfp
iscrivendosi al sito open conference manager in qualità di “autori”.

La partecipazione è libera, gratuita e aperta a tutti coloro i quali ritengono di poter contribuire con la loro originale proposta. Alcuni posti sono riservati agli studenti del consorzio dei conservatori del Veneto.

Date importanti:
2 febbraio 2015, chiamata ai progetti
2 marzo 2015, submission deadline (nuova deadline)
8 marzo 2015, notifica accettazione candidature
23 marzo 2015, tutorial musicale + briefing sui progetti
24 marzo 2015, tutorial scientifico + briefing sui progetti
8-9-10 giugno 2015, workshop di messa a punto/sviluppo dei progetti + lectures

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailfacebooktwittergoogle_pluslinkedinmailby feather
Dec 032013
 

Si è concluso il progetto Leonardo Da Vinci (TOI) OPEN SoundS che ha proposto una nuova dimensione della formazione in Rete: la possibilità di produrre e condividere musica in remoto all’interno di comunità di studio virtuali e transnazionali.

Attraverso il portale di Open Sounds studenti e docenti possono:
- accedere ad un ambiente di apprendimento virtuale dedicato alla produzione di musica in chiave collaborativa, remota e transnazionale;
- collaborare con la prima Rete di studenti Europei costruita per creare e condividere musica in remoto all’interno del sistema educativo;
- accedere a materiali formativi e informativi per l’impiego consapevole e strategico delle tecnologie digitali musicali e della rete in prospettiva educativa e professionalizzante.

 

 

Obiettivo principale di OPEN SOUNDS è quello di trasferire agli studenti presenti in questi diversi contesti strumenti operativi, pratiche e processi collegati all’uso delle tecnologie digitali musicali in chiave collaborativa e remota. In particolare si tratta di sperimentare l’estensione di un modello di apprendimento informale e la sua integrazione in chiave creativa, in percorsi / processi didattici rispondenti alle richieste della società della conoscenza e dell’informazione così come ai bisogni formativi individuali e vocazionali degli studenti.
Prospettiva del progetto in termini di risultati attesi è quella di permettere ai giovani in formazione, presenti nel sistema dell’Istruzione e in quello della FP dei paesi partner del progetto, con particolare attenzione a quelli a rischio di abbandono, di:

- costruire il primo, strutturato, network educativo europeo che sviluppa progetti creativi musicali in chiave, collaborativa , remota e transnazionale;

- sviluppare competenze digitali e tecnologiche;

- rafforzare il senso della cittadinanza attiva attraverso una pratica collaborativa che vedrà coinvolti un numero elevato di giovani appassionati di musica dei paesi partner

- accrescere la possibilità, la qualità, le occasioni e gli ambiti di transizione nel mercato del lavoro

 

 

Le comunità professionali nella realtà e nella Rete nascono attorno a progetti, visioni, idee condivise. Sono perciò comunità reticolari non solo per le tecnologie che usano e per la loro struttura ma anche per come le idee stesse, in un effetto di retroazione, creano a loro volta comunità e realizzano prossimità intellettuali e creative.
L’area Collabora di OPEN Sounds è lo spazio dedicato alla cooperazione transnazionale tra studenti ad altri attori presenti nei contesti educativi europei collegati alla musica e interessati alla ricerca e allo sviluppo di creazioni musicali condivise.
In questa area di lavoro è presente un ambiente di apprendimento virtuale dedicato alla creazione condivisa e remota di musica e sono forniti strumenti di supporto per agire al suo interno.
Le diverse reti di interesse collegate al progetto all’interno di questa area possono:

- sviluppare prodotti creativi musicali;

- acquisire competenze sul funzionamento degli apparati tecnologici (software e hardware) per la produzione e creazione di musica e sul loro impatto sul piano educativo e didattico;

- acquisire competenze più generali relative agli ambienti di apprendimento collaborativi in rete e alle modalità di comunicazione proprie di questi ambienti.

 

Visitate il portale del progetto: www.opensounds.eu

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailfacebooktwittergoogle_pluslinkedinmailby feather
 Posted by at 19:58
May 112012
 

Trieste, Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini”  21–24 novembre 2012

SINESTESIE SONORE

I temi dell’edizione 2012 sono multimodalità e interattività. Attraverso le tecnologie digitali, le diverse forme d’arti tendono ormai a stabilire forti interconnessioni estetiche e luoghi di coabitazione. Il suono si integra in senso multimodale nel discorso artistico e la tecnologia odierna permette lo sviluppo di lavori artistici in cui l’interazione con la macchina da parte di un performer, o da parte del pubblico, diventa sempre più dinamicamente legata al corpo e a ciò che avviene nell’ambiente in cui l’opera si colloca. L’idea di embodiment e di recupero della fisicità nel rapporto con la macchina sono stimolo di nuove forme di espressione e relazione con la tecnologia, non solo in ambito artistico ma anche nella vita quotidiana.

Il programma del Colloquio include comunicazioni scientifiche, attività didattiche e produzioni artistiche.
Le comunicazioni scientifiche/artistiche verrano selezionate mediante una Call for papers e i lavori musicali e artistici mediante una Call for scores/works e saranno vagliate da un Comitato scientifico e selezione musicale.

Date Importanti

Presentazione dei lavori entro il 23 luglio 2012
Notifiche agli autori: 24 settembre 2012
Invio della versione finale degli articoli per la pubblicazione sugli Atti: 22 ottobre 2012
XIX Colloquio di Informatica Musicale 21-24 novembre 2012

>>>  CIM XIX_it
>>>  CIM XIX_en

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailfacebooktwittergoogle_pluslinkedinmailby feather
 Posted by at 12:27