Workshop

 

Il XVIII CIM prevede due workshop collegati alle giornate del Colloquio:

 

Mark Trayle: Phantom Rooms – a workshop for networked spaces

Il workshop è dedicato alle modalità della perfomance distribuita in rete e finalizzato alla realizzazione del concerto "duplex" in programma per il XVIII CIM dove i partecipanti divisi tra le città di Cuneo e Torino saranno collegati dal network ad alta velocità del Consortium GARR.

Due ensemble composti da strumenti elettroacustici e computers operano in luoghi separati e spazi differenti. Questi spazi potrebbero trovarsi indifferentemente nello stesso edificio come pure a distanza di chilometri. Si tracciano le mappe delle frequenze di risonanza per ciascuna sala. I musicisti di ciascun ensemble utilizzano le mappe per interagire sonicamente con l’acustica della sala in cui si trovano così come con quella della sala remota. Le sale appaiono acusticamente in altre sale come fossero fantasmi, le loro frequenze di risonanza "disturbano" quelle della sala "infestata" dal fantasma acustico dell’altra.

Mark Trayle è docente presso la CalArts di Los Angeles e membro di The Hub, collettivo statunitense pioniere della performance musicale in rete.

Dove: Conservatorio G. F. Ghedini, Via Roma 19, Cuneo

Quando: da venerdi 1 a venerdi 8 ottobre 2010 h. 10/13 – 15/17

Iscrizione: 60€

Info: elettronica@conservatoriocuneo.it

maggiori informazioni qui

 

Joshua Parmenter: una introduzione intensiva a SuperCollider

Paolo Volta, violino

Il workshop, della durata di una giornata, verterà sull’uso di SuperCollider per l’elaborazione in tempo reale del suono strumentale.

La prima parte del workshop introdurrà gli elementi fondamentali di SuperCollider, l’elaborazione dal vivo di segnali di provenienza strumentale, la gestione modulare e flessibile in tempo reale di aspetti dell’elaborazione con un performer. La seconda parte sarà dedicata ad alcuni aspetti di gestione del tempo, alla composizione algoritmica, e alla combinazione di moduli di elaborazione in strutture più complesse che permettono all’utente di creare sistemi dinamici di larga scala per creare composizioni che utilizzino il live electronics. Infine, il workshop si concluderà con una dimostrazione dal vivo attraverso l’elaborazione del suono del violino.

Il workshop si svolgerà in inglese.

Joshua Parmenter, compositore e ricercatore presso il DXARTS dell’Università di Washington, Seattle, è uno dei principali sviluppatori di SuperCollider

Dove: Laboratorio G. Quazza, Università di Torino, via Sant’Ottavio 20, Torino

Quando: martedì 5 Ottobre 2010, h. 10-18

Iscrizione: 25€

Info: andrea.valle@unito.it

 

Allegato Dimensione
joshWs.pdf 4.08 MB
trayleWs.pdf 297.95 KB
facebookfacebookby feather
 Posted by at 15:32