Principi etici

 

Principi etici

La pubblicazione di un articolo all’interno degli Atti del Colloquio di Informatica Musicale richiede a tutti gli attori coinvolti nella pubblicazione – ossia l’autore, il curatore, il revisore, e l’editore – di sottoscrivere gli standard di comportamento etico.

I principi etici degli Atti del Colloquio di Informatica Musicale si basano sulle COPE’s Best Practice Guidelines for Journal Editors.

Decisioni sulla pubblicazione

Il curatore degli Atti del Colloquio di Informatica Musicale avanza il diritto di decidere quali tra gli articoli inviati al convegno debbano essere pubblicati. Può farsi guidare dalle policy del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Informatica Musicale Italiana e dai vincoli legali in merito a diffamazione, infrazione del copyright e plagio. Il curatore può conferire con altri curatori e con i revisori nel prendere tali decisioni.

Correttezza

Il curatore valuta sempre i manoscritti sulla base del loro contenuto intellettuale, senza distinzioni di razza, genere, orientamento sessuale, credo religioso, origine etnica, cittadinanza, o pensiero politico degli autori.

Confidenzialità

Il curatore e lo staff editoriale non devono far trapelare alcuna informazione su un manoscritto inviato ad alcun altro, a parte l’autore, i revisori, i potenziali revisori, altri consulenti editoriali e l’editore.

Divulgazione e conflitti d’interesse

I materiali non pubblicati presenti in un manoscritto inviato non devono essere usati nelle ricerche da parte del curatore senza un apposito consenso scritto da parte dell’autore.

 

Compiti dei revisori

Contributo alle decisioni editoriali

Il processo di revisione tra pari (peer review) assiste il curatore nel prendere decisioni e, attraverso la comunicazione con l’autore, può anche guidare l’autore nel migliorare il proprio lavoro.

Tempestività

Un revisore selezionato che non si ritenga qualificato per valutare la ricerca contenuta in un manoscritto o che è consapevole di non poter effettuare prontamente la revisione lo deve notificare al curatore.

Confidenzialità

Qualsiasi manoscritto ricevuto per essere sottoposto a revisione deve essere trattato come un documento confidenziale. Non deve essere mostrato o discusso con altre figure se non quelle autorizzate dal curatore.

Standard di obiettività

Le revisioni dovrebbero essere condotte nel modo più obiettivo possibile. Critiche personali rivolte all’autore non sono appropriate. I revisori dovrebbero esprimere il loro punto di vista in modo chiaro e argomentato.

Riconoscimento delle fonti

I revisori dovrebbero identificare lavori di rilievo già pubblicati che non sono stati citati dagli autori. Qualsiasi affermazione in merito a osservazioni, conseguenze o argomenti precedentemente pubblicati dovrebbe essere accompagnata da un’opportuna citazione. Un revisore dovrebbe inoltre richiamare l’attenzione del curatore sulla similarità o sovrapposizione tra il manoscritto in oggetto e qualsiasi altro lavoro di cui abbia conoscenza.

Divulgazione e conflitti d’interesse

Informazioni o idee ottenute in modo privilegiato attraverso il processo di revisione dovrebbero rimanere confidenziali e non dovrebbero essere utilizzate a proprio vantaggio. I revisori non dovrebbero prendere in esame i manoscritti che presentino conflitti d’interesse a causa di relazioni di competizione, collaborazione o altra forma di connessione con gli autori, le società, o le istituzioni collegate all’articolo.

 

Compiti degli autori

Standard di comunicazione

Gli autori di relazioni su ricerche originali dovrebbero presentare un resoconto accurato del lavoro svolto, così come una discussione oggettiva della sua significatività. I dati sottostanti alla ricerca dovrebbero essere rappresentati in modo accurato all’interno del lavoro. Un articolo dovrebbe contenere dettagli e riferimenti sufficienti per permettere ad altri di replicare l’attività. Affermazioni consapevolmente o fraudolentemente inaccurate costituiscono un comportamento non etico e non sono accettabili.

Accesso ai dati e loro conservazione

Se possibile, agli autori viene richiesto di fornire i dati grezzi in connessione con l’articolo ai fini della revisione editoriale, e gli autori dovrebbero essere predisposti a consentire pubblico accesso a tali dati e a conservarli per un tempo ragionevole dopo la pubblicazione.

Originalità e plagio

Gli autori dovrebbero assicurare di aver scritto lavori completamente originali, e se gli autori hanno usato il lavoro o le parole di altri, questo dovrebbe essere opportunamente citato o riportato.

Pubblicazioni multiple, ridondanti o concorrenti

In generale, un autore non dovrebbe pubblicare manoscritti che descrivono essenzialmente la stessa ricerca in più di una rivista o lavoro scientifico. Inviare lo stesso contributo a più luoghi di pubblicazione in modo concorrente costituisce un comportamento non etico ed è inaccettabile.

Riconoscimento delle fonti

Va sempre riconosciuto l’operato altrui. Gli autori dovrebbero citare le pubblicazioni che hanno influenzato e determinato la natura del proprio lavoro.

Paternità dell’articolo

La paternità dovrebbe essere limitata a coloro i quali abbiano apportato contributi significativi alla concezione, progettazione, esecuzione o interpretazione dello studio riportato. Tutti coloro che abbiano dato un contributo di rilievo dovrebbero essere elencati come co-autori. Quando vi fossero altri soggetti che hanno partecipato ad alcuni aspetti sostanziali del progetto di ricerca, dovrebbero essere riconosciuti o elencati come collaboratori. L’autore referente si dovrebbe assicurare che tutti i co-autori appropriati e nessuno di quelli non opportuni siano inclusi nell’articolo, e che tutti i co-autori abbiano visto e approvato la versione finale dell’opera e abbiano approvato il suo invio alla sede di pubblicazione.

Divulgazione e conflitti d’interesse

Tutti gli autori dovrebbero dichiarare nel proprio manoscritto ogni conflitto d’interesse, economico o sostanziale, che potrebbe portare a influenzare i risultati o l’interpretazione della loro opera. Tutte le fonti di supporto finanziario al progetto dovrebbero essere esplicitate.

Errori fondamentali nei lavori pubblicati

Quando un autore scopre un errore o un’imprecisione significativa nel proprio lavoro pubblicato, è suo dovere notificarlo prontamente al curatore o all’editore e cooperare al fine di ritrattare o correggere l’articolo.

facebookfacebookby feather
 Posted by at 17:11